Come risolvere i problemi legati allo smart working

smart working

Autore Ilaria Cerioni

Mi dedico al reparto di digital marketing, affiancando il settore commerciale nello sviluppo di una strategia marketing vincente. Da sempre affascinata dalla tecnologia e da tutto ciò che è ad essa collegata, durante gli studi universitari ho approfondito molti aspetti psicologici del marketing, effettuando studi anche nell’ambito del neuromarketing.

20 Aprile 2023

Ogni medaglia presenta sempre due facce. Anche lo smart working non sfugge alla regola. Infatti, nonostante i più volte sottolineati benefici che questo presenta, potrebbero comunque presentarsi difficoltà nel caso si decida di adottarlo. Ma se si nomina un problema, è giusto presentare anche la soluzione

Una delle obiezioni principali, quando si parla di smart working, è la mancanza di contatto tra colleghi, condizione che potrebbe ostacolare la collaborazione. Se si lavora fuori dall’ufficio, è ovvio che diventa impossibile, o perlomeno molto difficile, sia condividere una battuta “alleggerisci-giornata” , sia condividere idee relativamente ad un progetto.

Durante la pandemia era proprio l’assenza di contatto che ha incentivato il lavoro agile, al fine di evitare il contagio; ma ora la mancanza di collaborazione, pur continuando lo smart working, diventa un bel problema, soprattutto per tutte quelle aziende abituate a lavorare in team e a condividere ogni aspetto del proprio lavoro. 


 

Avete dubbi o curiosità? Siamo sempre a vostra disposizione.

Clicca qui per contattarci via chat

 


 

Come fare dunque?

Se è vero che non c’è nulla che possa sostituire una pausa caffè col vostro collega preferito, possiamo certo venirvi incontro, quando si tratta di aiutarvi a costruire la collaborazione con i vostri colleghi come se foste in ufficio con loro. Impossibile? Assolutamente no. Lo smart working resta sempre e comunque un importante, seppure diverso, metodo per lavorare, e i suoi benefici sono indubbi: per questo la soluzione non si ridurrà semplicemente al “tornare in ufficio”.

Come si può, quindi, favorire la collaborazione, pur mantenendo lo smart working? 

Collaborare significa innanzitutto poter parlare con i vostri colleghi come se foste in ufficio, senza alcun limite spaziale. Quale strumento più comodo della chat

Vorreste un contatto più diretto e anche, perché no, visivo? Una chiamata e/o una video chiamata fanno al caso vostro. 

Vorreste uno spazio o una stanza virtuale, sempre a vostra disposizione e nella quale entrare ogni qual volta vogliate fare una riunione? Le stanze meeting virtuali sono la risposta. 

E vorreste fare tutto ciò dal vostro pc, ma anche dal vostro smartphone o dal vostro tablet? Niente di più semplice. 

Non finisce qui. Spesso gli strumenti citati si trovano all’interno di diverse app o di programmi, che devono essere necessariamente installati uno alla volta su ogni pc; nel caso della nostra soluzione, invece, tutti gli strumenti sono disponibili all’interno di un’unica piattaforma web, il che significa che non sarà più necessario installare nulla: basterà aprire il vostro browser e raggiungere la pagina designata. Da lì potrete usufruire di tutti gli strumenti senza alcuna interruzione o distrazione:  basta, con la installazione di 20 programmi diversi, basta, con il perdersi in mezzo alle chat della famiglia e del pranzo di compleanno del vostro amico. 

Tutto ciò sembra tanto bello quanto complicato, ma qui arriva la parte interessante: la piattaforma è semplice, intuitiva, immediata e non servono conoscenze particolari per utilizzarla. 

Magia? Sarebbe meglio chiamarla Unified Communication.

Che cos’è la Unified Communication

La piattaforma di Unified Communication permette di avere l’intero ufficio a portata di mano: tutti i canali di comunicazione (voce, video, testo), gli strumenti di produttività, la gestione dei documenti e dei flussi di lavoro passano attraverso un’unica piattaforma, le cui logiche sono finalizzate a massimizzare la collaborazione tra le persone.

Con la Unified Communication avrete a vostra disposizione:

  • Chiamate audio e video con colleghi e utenti esterni
  • Chat individuali con colleghi e chat di gruppo
  • Stanze per riunioni virtuali, sempre a vostra disposizione per meeting con i colleghi
  • Possibilità di controllare in tempo reale lo stato (disponibile, occupato, non in linea) di ciascun collega
  • Videoconferenze con colleghi e con utenti esterni
  • Fax e SMS server 
  • Rubriche integrate
  • Condivisione dello schermo e dei documenti
  • Post-It virtuali
  • Possibilità di accesso da qualsiasi dispositivo
  • Analisi e statistiche del traffico
  • Possibilità di aggiungere una chat sul sito web. 

A ciò si aggiunge la flessibilità delle piattaforme di Unified Communication, in grado di adattarsi alle esigenze del business, aumentando o diminuendo la loro capacità in pochi click. 

Conclusioni

Abbandonare la propria scrivania per lavorare da qualsiasi altro posto, ma soprattutto abbandonare la collaborazione coi propri colleghi, è una cosa che spaventa. Con la Unified Communication, però, questo problema verrebbe del tutto annullato: vi sembrerà veramente di collaborare come se foste in ufficio. Allo stesso tempo il passaggio a un nuovo metodo lavorativo, o addirittura a un nuovo sistema di comunicazione, spesso spaventa, che sia per l’abitudine ormai radicata a usare un determinato metodo, che sia per i dubbi e per le perplessità che talvolta il nuovo suscita. Per questo, affidarsi a team di competenza e professionalità è fondamentale in questi contesti. 

Abbiamo avuto l’occasione di aiutare molte aziende che, nonostante una titubanza iniziale, hanno poi potuto riscontrare un netto miglioramento nel loro modo di lavorare e di comunicare. A volte, per ottenere grandi miglioramenti bisogna compiere con coraggio grandi passi: contattateci per saperne di più.

 

Clicca qui per contattarci via chat

 

 

Potrebbe interessarti anche…

0 commenti

Invia un commento

Pin It on Pinterest

Share This